Alla scoperta di resti romani - Acquedotto delle luci: il monumento che ha contribuito all’approvvigionamento.
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Palizzi su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Palizzi Iniziative 25/10/2018 25/10

    Alla scoperta di resti romani

    Acquedotto delle luci: il monumento che ha contribuito all’approvvigionamento.

    Seminario Acquedotto“Acquedotto Romano delle luci”: è questo il titolo del convegno al quale gli alunni dell’Itset Palizzi hanno preso parte, nell'ambito del progetto di Alternanza scuola- lavoro "Acqua, bene comune". Relatore è stato il professore Davide Aquilano, docente di Letteratura italiana e Latino nonché esperto di archeologia. Il professore ha sottolineato la bravura dei Romani nel costruire gli acquedotti. Molti degli acquedotti presenti ancora oggi sono sorti in epoca romana e costruiti seguendo un’inclinazione ben precisa, tutti infatti, avevano il compito di prelevare l’acqua da una sorgente per portarla poi nell’urbe. Nella nostra città è situato, però, uno dei pochi acquedotti che non segue gli schemi dei primi acquedotti romani. Si tratta dell’ Acquedotto delle luci. L’opera idraulica percorre tutta la città di Vasto, partendo da Sant’Antonio fino alla villa comunale. La struttura è ipogea e per questo non è visibile. Sono però visibili circa 50 pozzi sparsi per tutta la città.Seminario Acquedotto I pozzi sono anche detti Luci, in quanto attraverso queste aperture entra la luce che dà il nome all’intera costruzione.  Nel 1818 l’Acquedotto fu oggetto di una massiccia restaurazione. Questi restauri sono scaturiti da una frana che ha creato numerosi stagni infetti da batteri. Per questa infezioni  e per l’arrivo di poca acqua nella città, circa il 30% della popolazione vastese morì. In uno dei pozzi, a testimonianza dei lavori di restaurazione, è stata posta un’iscrizione che spiega il motivo del poco approvvigionamento della rete idrica nell’urbe. La scarsità, da quanto riportato dall’iscrizione, era dovuta alle barbarie della popolazione che sottraeva mattoni e ostruiva il normale flusso dell’acqua. Gli acquedotti sono costruzioni molto complicate dal punto di vista edile. Si partiva da due punti e si scavavano due gallerie che poi dovevano incontrarsi in un punto preciso. In seguito venivano innalzate le due spalle in muratura sormontate da tegoloni. Anticamente per calarsi all’interno dei pozzi venivano utilizzati buchi nei muri dei pozzi detti pedaloni. Oggi vengono usate impalcature stabili e sicure per effettuare gli studi all’interno dell’acquedotto. Un acquedotto simile si trova nella vicina città di San Salvo. La struttura è anche visitabile e percorribile. Se anche l’acquedotto delle Luci fosse aperto ai turisti sarebbe un valore aggiunto al turismo della città. Infatti verrebbe proposta un’iniziativa diversa per i più temerari che hanno voglia di essere protagonisti di un’esperienza fuori dal comune.

    di Chiara Paolino

    di Silvia Galante


    Parole chiave:

    acquedottodelleluci , iniziative

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi