I VALORI DELL’EUROPA A PALAZZO MONTECITORIO - Il Vitruvio partecipa al Premio Jo Cox per parlare di Europa
 
Stai leggendo il giornale digitale di M. Vitruvio P. su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

I VALORI DELL’EUROPA A PALAZZO MONTECITORIO

Il Vitruvio partecipa al Premio Jo Cox per parlare di Europa

Il 6 febbraio le classi 5^C e 4^B del Vitruvio e una rappresentanza dell’Istituto Agrario Serpieri si sono recate a Roma per partecipare all’incontro tenutosi a Palazzo Montecitorio per la II edizione del Premio di Laurea “Jo Cox” per studi sull’Europa. L’evento è nato per valorizzare gli ideali di integrazione e fratellanza che hanno portato la deputata britannica Joanne Cox alla morte il 16 giugno 2016 (l’assassinio fu una conseguenza del fatto che la Cox aveva dichiarato il suo dissenso sull’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea e di tutta la sua linea politica per l’integrazione). La commissione scientifica, che ha presieduto l’evento, ha voluto valorizzare tali ideali premiando tesi di laurea che si facessero portavoce degli stessi. I finalisti del concorso hanno esposto brevemente gli argomenti delle loro tesi che hanno proposto nuovi modelli europei nell’ambito socio-economico. La Deputata Irene Tinagli, membro della commissione, ha aperto la premiazione leggendo un messaggio del marito di Jo, Brendan Cox: “Ha difeso i valori e fatto la politica, quella vera, che non è per gli interessi, ma è per arginare l’odio e il rancore. Tutti noi abbiamo un ruolo importante nel fronteggiare le aggressioni rivolte ai nostri valori condivisi e nel difendere l’ideale di Jo che ci è più comune delle cose che ci dividono”. Dopo questa breve introduzione, è seguita subito la presentazione delle tesi vincitrici. Il primo premio è andato alla tesi che ha trattato del ruolo dell’Europa tramite l’applicazione delle sanzioni, per un continente più solidale e cosmopolita; tra gli interventi successivi uno ci ha mostrato la possibilità delle politiche europee di colmare le differenze tra nord e sud, riferendosi non solo al contesto italiano; un altro ha approfondito studi riguardo ai rapporti bilaterali di partnership commerciali tra Europa e Africa, proponendone di nuovi.  Significativo è stato l’intervento dell’ultima menzione speciale, dedicato ad Irena Sendler, una donna forte che come Jo ebbe coraggio, determinazione e coerenza verso i propri ideali fino alla fine, nel periodo della Seconda Guerra Mondiale. Il suo credo? “Non importa se non sai nuotare, se vedi una persona affogare aiutala comunque”. Ella riuscì a proteggere dai nazisti i bambini malati che stava curando e non fece i loro nomi nemmeno nel momento in cui i soldati arrivarono a spezzarle le gambe. È stato proprio questo il messaggio della tesi presentata: “Chi salva una vita, salva il mondo intero”. Alla fine della premiazione la parola è andata al pubblico, in particolar modo ai rappresentanti del nostro giornale, che hanno posto una domanda che ha suscitato interesse nella commissione: “Perché la politica ispira sfiducia, costante senso di tradimento?”. Eloquente la risposta dell’on. Tinagli: “La politica spesso fallisce nelle realizzazioni delle promesse ma, nonostante ciò, noi non dobbiamo mai smettere di informarci, di fare qualcosa, di crederci. Non possiamo girarci dall’altra parte e tirarcene fuori, non è giusto. I cambiamenti non sono impossibili, dobbiamo come minimo provare a realizzarli. Proprio per questo Jo Cox ha sacrificato la sua vita. La politica è uno strumento per mettere in atto i valori, non è un fine”.

      

 

di Corinna Di Loreto


Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stata inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi