Il tempio come scuola. - L’elegante architettura dell’istituto "Tito Acerbo" di Pescara
 
Stai leggendo il giornale digitale di Istituto Tecnico Economico e Tecnologico Tito Acerbo su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Il tempio come scuola.

L’elegante architettura dell’istituto "Tito Acerbo" di Pescara

Accolti dalla nostra dirigente scolastica Annateresa Rocchi, il 20 gennaio 2018 abbiamo celebrato il 95° anniversario dell'Istituto tecnico "Tito Acerbo".

A questo evento, tra i vari ospiti, ha partecipato Cesare Circeo, un ex docente nonchè nostro vecchio professore di topografia, che ha tenuto un incontro durante il quale ha descritto architettonicamente la storica struttura della nostra scuola.

Nel suo discorso ha precisato di essere in presenza di un'archìtettura eclettica, ovvero composta da pezzi di vari stili architettonici, anche di epoche passate, che si ricompongono attraverso una specie di "collage architettonico"

La struttura è stata fabbricata nel 1884 sul progetto di Giovanni Muzi, che ha espresso la sua fantasia nella serie di aperture circolari a tutto sesto, collegate con degli elementi orizzontali che richiamano una tipologia di finestre dette serliane, che univano un'apertura a tutto sesto con delle aperture architravate ai lati.

Il professore ha continuato dicedo che sopra, invece,la fantasia è più libera con delle specie di corone poste sulla sommità delle finestre; ha spiegato infatti che Muzi invece di fare il solito frontone ha disegnato due "mensoline" che si chiamano modiglioni capovolti, che simulano un frontone che sta di lato alle corone poste sulle finestre. Il timpano triangolare richiama, più che lo stile classico greco, l'antico tempio etrusco, questo si vede dalla presenza di un ordine più spoglio, quello toscano.

Ha concluso sottolineando l'importanza della collocazione del fabbricato, posizionato su una piccola altura rispetto al piano della città che all'inizio presentava un'ampia e solenne scalinata, sostituita da un murales che la rappresenta, ma è presente un'innalzamento residuo: i nove gradini che sono di fatto l'accesso al "tempio".

L'importanza del nostro edificio storico è avvalorata anche dal fatto che è stato inserito nel percorso FAI, che inizia proprio da qui, per poi andare a Villa del Landes e salire fino a Villa Basile; non meno importante il suo inserimento per il terzo anno consecutivo al progetto "Grand Tour" dell'UNESCO, nel quale viene riprodotto un percorso in Abruzzo.

Insomma, un incontro che permette a noi alunni, ma anche agli esterni, di ammirare la suola, sia a livello estetico che culturale.

di Francesco Celupica

di Ilaria Pagliarella


Parole chiave:

open day , pescara

Condividi questo articolo





edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

lightbulb_outline

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stata inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi