Esercito italiano: una opportunità i giovani - Al "Palizzi" orientamento per le quinte
 
Stai leggendo il giornale digitale di Palizzi su
Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

Palizzi Iniziative 22/11/2017 22/11

Esercito italiano: una opportunità i giovani

Al "Palizzi" orientamento per le quinte

Le classi quinte dell'istituto I.T.S.E.T. "Palizzi" si sono riunite in aula magna per partecipare ad un incontro con due rappresentanti dell'esercito italiano: il Caporalmaggiore Capo Scelto Fabio Caretta ed il Tenente Colonnello Gennarino Ferrecchia, responsabile del reclutamento e della informazione pubblica nella regione.  Il Tenente Colonnello ha parlato dell'esercito e delle attività che svolge. L'esercito italiano ha più di 150 anni di storia, è nato, infatti, il 4 maggio 1861, dalla riconfigurazione dell'armata sarda. Svolge attività di controllo del territorio, ha preso parte ai conflitti (prima e seconda guerra mondiale) ed era presente anche in momenti storici come la caduta del muro di Berlino nel 1989 che ha segnato la fine della guerra fredda. L'esercito , quindi, è costantemente impegnato in ambito nazionale ed internazionale. Sul territorio nazionale si occupa della difesa, segue operazioni al di fuori dello Stato contro organizzazioni terroristiche operanti all'estero ed infine presta soccorso in caso di calamità naturali (terremoti, alluvioni, eruzioni vulcaniche) ed emergenze nazionali. Grazie all'evoluzione della tecnologia, l'esercito riesce ad operare in modo più efficace rispetto al passato. È strutturato in due componenti fondamentali: le Armi e i Corpi. Le Armi sono impegnate direttamente  per il raggiungimento di un obiettivo prefissato. Esse sono composte dalla Fanteria, dalla Cavalleria, dall'Artiglieria, dal Genio, dalle Trasmissioni e dai Trasporti e Materiali. I Corpi sono degli elementi che aiutano e supportano le Armi a raggiungere tale scopo. Questi elementi sono: il Corpo Sanitario dell'Esercito, il Corpo Commissariato dell'Esercito ed il Corpo degli Ingegneri dell'Esercito.

La sede centrale, ovvero lo Stato Maggiore, è  situato a Roma, dove vengono prese le decisioni più importanti. Si può entrare a far parte dell'esercito  come volontari e poi sotto ufficiali ed ufficiali. La categoria dei volontari è nata dopo la sospensione della leva obbligatoria. Tra i volontari si può entrare direttamente con il diploma di terza media. Al termine dei quattro anni si può decidere di entrare definitivamente nell'esercito. Grazie a questo incontro, molti ragazzi sono riusciti a chiarirsi le idee riguardanti il proprio futuro.

Marta Liberatore
Luna Menna
Alessandra Pettinari

 

di Redazione Palizzi


Parole chiave:

esercito italiano , incontro

Condividi questo articolo




 
 

edit

Scrivi su Scuolalocale clear remove

Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione a cui inviare il tuo articolo

edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

doneChiudi
Racconta la tua esperienza in un progetto di alternanza Scuola-Lavoro.
Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto e racconta la tua esperienza. La redazione e il capo-redattore riceveranno e pubblicheranno il contenuto su Scuolalocale, nell’area progetti Scuola-Lavoro.
account_circle
email
local_phone
pin_drop
Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
Seleziona il progetto che vuoi raccontare. Non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
mode_edit
Foto attach_file
Indietro
thumb_up

Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

Attendi una loro risposta, grazie!

Invia la tua Idea clear remove

Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
account_circle
pin_drop
Seleziona il tuo Istituto

Seleziona l'ambito della tua idea

mode_edit

thumb_up

La tua idea è stata inviata a Scuolalocale!

Grazie!

doneChiudi
Chiudi
Chiudi