Eutanasia: una liberazione o una condanna? - Può una morte essere dolce?
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Palizzi su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Palizzi Riflessioni 11/04/2017 11/04

    Eutanasia: una liberazione o una condanna?

    Può una morte essere dolce?

    eutanasiaL'eutanasia è la morte volontaria di malati terminali o cronici in presenza di assistenza medica ed è una parola greca che vuol dire "morte dolce". 

    L'eutanasia è una pratica medico-legale che consiste nell'assecondare la richiesta espressa consapevolmente da un malato gravemente sofferente e che non ha la speranza di guarire mediante la somministrazione dei farmaci. Già dal suo significato cominciamo a porci delle domande: come fa una morte ad essere dolce?

    Esistono diverse forme di eutanasia: quella attiva in cui un medico somministra al malato terminale una dose letale; quella passiva dove il medico si astiene dal praticare al malato cure per tenerlo in vita ed infine il suicidio assistito(forma eccezionale), che si verifica quando il medico fornisce una dose di veleno al malato su sua richiesta. L'opinione pubblica su questo argomento si divide in due gruppi principali: favorevoli e contrari. Contrarie sono quelle persone che sostengono che nessuno ha diritto di porre fine ad una vita umana, secondo loro essa deve essere tutelata fino all'ultimo giorno, perchè ci può ­sempre essere la speranza che si apra una nuova possibilità di guarigione. Di questo gruppo sicuramente fa parte la Chiesa che condanna l’eutanasia. Dal punto di vista legale, in Italia, l’eutanasia è riconosciuta come omicidio volontario. Il gruppo dei contrari la condanna anche moralmente perchè non si può sopprimere un uomo come si fa con gli animali. I favorevoli invece sono quelle persone che vogliono tutelare la libertà umana e la sua dignità. In certi casi ci sono patologie talmente devastanti che non hanno possibilità di guarigione e che creano solo sofferenza per il malato e per chi gli sta vicino ed è per questo che i favorevoli vedono l'eutanasia come il semplice modo di lasciare che la vita percorra il suo corso naturale.

    In effetti se una persona arriva al punto di preferire la morte alla vita significa che è davvero arrivato al limite della sofferenza. Allora eutanasiaperchè non regalare a questi malati una morte più dignitosa possibile? L'eutanasia è un argomento molto complesso e delicato per dare un'opinione certa ed inconfutabile. È vero che la morte dovrebbe essere un avvenimento naturale, ma pensiamo anche ai malati terminali che vedono in questo gesto una "liberazione dal male", restiamo del parere dei contrari?

    Un esempio recente è quello del Dj Fabo, che dopo tre anni passati su un letto, ha scelto di morire. "Le mie giornate sono intrise di sofferenza e disperazione, non trovando più il senso della mia vita ora. Fermamente deciso, trovo più dignitoso e coerente, per la persona che sono, terminare questa mia agonia", queste le parole riportate nella lettera-testamento rilasciata dall’Associazione Luca Coscioni al Giornale.itUna scelta difficile e sofferta, ma libera.

    In effetti la vita è di chi la vive, e noi non siamo in grado di dare una giusta risposta a questa domanda. Forse prima di giudicare dovremmo pensare che solo trovandoci in una situazione del genere potremmo sapere cosa vuol dire soffrire talmente tanto da desiderare la morte dolce.

     

    Sara Benedetti & Tanya Di Cesare

    di Redazione Palizzi


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi